Information

I più venduti

Crescia di Urbino

Crescia di Urbino

Crescia di Urbino, una frase che richiama l’attenzione ad un prodotto apparentemente scambiabile per una piadina romagnola, più conosciuta sicuramente. In realtà la crescia di Urbino è solo di forma simile ad una piadina, gli ingredienti sono totalmente diversi e la dicitura Urbino associa il prodotto a questa stupenda terra che grazie ad una antica ricetta ne fa un prodotto unico, che è possibile degustare solo qui. Oggi i turisti hanno tanti motivi per recarsi nella città di Urbino. Di sicuro uno molto importante è la ricerca dei prodotti tipici. In questa stupenda cittadina, ricca di storia e di arte, se ne trovano diversi. Ma uno dei più importanti è sicuramente la crescia sfogliata di Urbino. La crescia al contatto visivo spesso scambiata per la piadina, è un prodotto tipico storico urbinate, un prodotto fatto di ingredienti poveri ma che insieme la rendono da sempre un prodotto inconfondibile. La crescia sfogliata di Urbino è un prodotto ricco, la farina fa la sua base insieme al latte fresco pastorizzato di primissima qualità insieme allo strutto di maiale ed all’uovo che gli regalano il primo una consistenza fragrante ed una sfogliatura elevata, il secondo un colore leggermente tendente al giallo ma perfettamente equilibrato, il pepe ed il sale infine gli fanno da sfondo. Intorno al prodotto crescia sfogliata di Urbino c’è oramai un interesse sempre crescente, perché oltre alla nascita di aziende che portano avanti la tradizione, questo è un bene al quale la città tiene molto soprattutto per il legame con un personaggio storico di grande valore. Parliamo di Giovanni Pascoli, il quale da giovane studente, passò alla fine dell’ottocento un periodo di studi ad Urbino. Dopo ben trent’anni dalla sua breve permanenza, scriveva agli amici raccontando del bellissimo ricordo che aveva della città anche grazie alla Baciocca, la signora che faceva la crescia per gli studenti di quelle epoche. La crescia sfogliata di Urbino è dunque diventata anche per questo un patrimonio locale, e chi non sa di questa storia basta che la ascolti per appassionarsi. Il Marchigiano tipico è un selezionatore di qualità dei prodotti che propone, per questo motivo non poteva non vendere la crescia sfogliata di Urbino. Ha voluto il meglio, ha voluto assaggiare le più buone, quelle fatte con ingredienti di primissima qualità, quelle lavorate completamente a mano. Ad un certo punto, quasi per caso, si è imbattuta in una azienda chiamata appunto “la Baciocca” ed ha scoperto che era proprio quella che custodiva la ricetta originale della crescia sfogliata di Urbino. Si dice che Lara, attuale produttrice della crescia sfogliata di Urbino la Baciocca, sia la nipote di 2 signori i quali avrebbero ereditato a loro volta la ricetta della originale crescia proprio nel periodo in cui Pascoli passeggiava per le vie di Urbino. Tutto ciò rende il progetto molto affascinante, molto interessante. Proporla è un vero e proprio divertimento, viene raccontata la storia, viene fatto l’assaggio e si capisce che parliamo di un prodotto eccezionale. Non resta che augurare a tutti i turisti di imbattersi in un buon produttore di crescia sfogliata di Urbino e semplicemente in Marchigiano tipico o la Baciocca.