Information

I più venduti

Verdicchio

Verdicchio

Verdicchio è il nome di un vitigno che oggi annoveriamo tra i dieci vini più importanti del mondo. E pensare che un tempo il verdicchio era associabile al vino da scaffale, tutto questo anche grazie ad un grande pioniere come Fazi Battaglia il quale decise di commercializzare il verdicchio in bottiglie a forma di anfora e questo ha dato al prodotto un impronta tale che tutti se lo ricordano oramai così. Oggi le cose sono cambiate, poi con il tempo ci si è resi conto che il verdicchio poteva dare bottiglie di grande qualità, ci si è accorti che le sue caratteristiche lo potevano rendere longevo, un vino anche da tenere li in cantina, e così piano piano è cresciuto lì interesse di tanti coltivatori che hanno iniziato a piantare verdicchio in grandi quantità. Se guardiamo le statistiche sono più di 100 milioni gli ettolitri prodotti ogni anno, ed è questo il dato che lo annovera al primo posto dei vini coltivati nelle Marche. Ma andiamo a vedere quali sono le sue caratteristiche. Quando parliamo di verdicchio parliamo di un vitigno a bacca bianca coltivato appunto nelle Marche e principalmente nelle province di Jesi e Matelica, si tratta di un vitigno piuttosto eclettico che viene utilizzato per produrre, generalmente in purezza, sia vini freschi e di pronta beva, sia vini molto strutturati e capaci di notevole longevità. È altresì utilizzato per produrre spumanti (sia metodi classici, sia Metodo Martinotti) e vini passiti. Il nome del verdicchio è dato dalle caratteristiche fisiche di questa uva. Le principali zone di coltivazione sono quella dei castelli di Jesi in provincia di Ancona e quella di Matelica in provincia di Macerata, dove si producono gli omonimi vini DOC e DOCG. Il Verdicchio dei Castelli di Jesi tende a esibire un corpo maggiore rispetto al Verdicchio di Matelica, mentre quest'ultimo è in genere più dotato dal punto di vista olfattivo. Il Verdicchio è diffuso anche in altre zone delle Marche, dell'Umbria e dell'Abruzzo: tuttavia, al di fuori delle zone suddette, il vitigno tende a perdere le sue caratteristiche di base e a volte a far emergere alcune caratteristiche negative. Il verdicchio è un vino che viene oramai esportato in tutto il mondo. Le principali zone commercializzazione estera sono però Usa, Giappone, Canada e Unione Europea Germania, Norvegia, Gran Bretagna, Belgio e Olanda con un trend crescente ogni anno, grazie anche al successo che il verdicchio ottiene alle fiere come il Vinitaly e grazie al Consorzio di tutela. Il Marchigiano tipico seleziona solo il migliore Verdicchio, pertanto come si può vedere c’è la possibilità di acquistare un prodotto di qualità indiscussa, a prezzi ragionevoli. Ecco qui dobbiamo fare un particolare appunto, a parte alcune etichette, il verdicchio, pur essendo un grande vino a livello anche mondiale, non supera mai le soglie di prezzo proibitive. Questo gli permette di essere interessante ancor più di tanti suoi vitigni concorrenti. Non resta che augurare a tutti di brindare presto, con a fianco una bella bottiglia di verdicchio.